,

Where Dreams Jermann

Disponibilità:

Disponibile


Tipo di terreno
arenaria marnosa

Fatto con l’uva
97% Chardonnay

Gradazione alcolica
13,5%

Acidità
5,50 ‰

Potenziale di invecchiamento del vino
8-10 anni

maturazione
11 mesi in piccole botti da 300 litri di rovere francese

SCOPRI STELVIN
Tipo di bottiglia
Borgognotta tradizionale

“… Sogni …” da uve Chardonnay. Ha un colore giallo paglierino brillante. Al naso offre fascino e complessità, con aromi di rara eleganza e raffinatezza. Prevalgono sentori esotici di frutta matura, burro fuso, vaniglia e pasticceria. In bocca mantiene tutte le promesse fatte al naso, le segue e le abbellisce con sapori delicati e sfumature aromatiche che sono fresche e persistenti. (Guida “Duemilavini” 2003, AIS, Dreams 2000)

Dedicato all’album “The Joshua Tree” degli U2 (1987) e in particolare alla canzone “Where the streets not have name”, questo vino è stato creato con la raccolta del 1987 e nel corso degli anni il suo nome ha avuto alcune variazioni. Per i suoi primi nove anni si chiamava “Dove i sogni non hanno fine …” e il colore della capsula cambiava ogni annata, scorrendo tra i sette colori dell’iride (più bianco e nero) sull’etichetta, iniziando con il bianco e avanzando in senso antiorario; sono state anche mostrate le quattro fasi lunari. Nel 1996 è diventato “Were Dreams, ora è solo vino!” con una capsula blu recante una cometa stilizzata Hale-Bopp. È continuato in questa livrea per sette anni, poi nel 2003 siamo tornati in qualche modo alle nostre radici con: “W … Sogni …” aggiungendo l’anno di raccolta in basso e disegnando Marte sulla capsula. Il punto-punto-punto nel nome ha dato a tutti spazio per un’interpretazione personale, il nostro era “Dove i sogni possono accadere”. Finalmente nel 2015 abbiamo cambiato di nuovo l’etichetta, tornando alla prima ‘edizione’: “Dove i sogni non hanno fine …” Dalla vendemmia 2011 (per il 25 ° anniversario di questo vino) l’intera produzione è con chiusura a vite. Questa scelta è stata obbligatoria: il tappo a vite è la garanzia, soprattutto per i vini importanti, di preservare la qualità che creiamo giorno per giorno, prima in vigna e poi in cantina. Fatto interessante: l’etichetta “Where the Dreams have end …” è stata utilizzata nel film di successo Disney “The Parent Trap” (1998), diretto da Nancy Meyers e interpretato da Natasha Richardson, Dennis Quaid e Lindsay Lohan (due volte, giocando Gemelli).

48,00 

Disponibile

Peso1.600 kg

Basato su 0 recensioni

0.0 generale
0
0
0
0
0

Siate i primi a scrivere una recensione di “Where Dreams Jermann”

Non ci sono ancora commenti.